cerca Accedi

CO2 RESA

Efficenza Energetica

ATTIVITA’ ELEGGIBILI:
 
La metodologia prevede la generazione di crediti di carbonio attraverso l’adozione e l’attuazione di interventi di efficientamento energetico che vadano a ridurre i costi e l’impatto ambientale.
 
Gli interventi che è possibile adottare riguardano:

  1. Riqualificazione energetica degli edifici
  2. Sostituzione degli impianti obsoleti con tecnologie più efficienti
  3. Installazione di impianti a biomassa e/o ad energia solare
  4. Sostituzione dei mezzi agricoli con mezzi più efficienti
  5. Modifiche agli impianti ed ai sistemi di illuminazione degli interni
 
PRINCIPIO DI GENERAZIONE DEL CREDITO
Gli interventi di efficienza energetica per aziende del settore vitivinicolo comportano la riduzione delle emissioni climalteranti dovute alla riduzione dei consumi e alla sostituzione di combustibili fossili.
 
VINCOLI ED OPPORTUNITA’
Gli interventi di efficienza energetica per le imprese del settore vitivinicolo sono svariati e strettamente legati alle singole realtà. Gli interventi che principalmente possono essere realizzati:
  • Riqualificazione energetica degli edifici: interventi sulle superfici opache verticali ed orizzontali attraverso l’installazione di componenti a bassa trasmittanza termica; sostituzione delle superfici opache verticali (infissi) con sistemi più efficienti,  quali sistemi con telaio in PVC e vetrocamera da 1,5 cm. Questa tipologia di interventi ha il fine di ridurre la dispersione del calore verso l’esterno durante l’inverso e del fresco durante l’estate, così da ridurre i carichi termici che l’impianto di climatizzazione deve fornire per mantenere le condizioni di temperatura ed umidità all’interno dei locali.
  • Modifiche agli impianti ed ai sistemi di illuminazione degli interni: l’illuminazione dei locali è una voce di costo significativa. Le attuali tecnologie permettono di ottenere gli stessi risultati utilizzando soluzioni meno energivore, quali ad esempio le lampade al LED. Inoltre, è possibile modificare i sistemi di illuminazione in modo da favorire quella naturale.
  • Sostituzione degli impianti obsoleti con tecnologie più efficienti: il processo produttivo prevede l’utilizzo di motori elettrici ed impianti termici che richiedono l’utilizzo di energia primaria. Sostituire gli impianti che presentano rendimenti modesti con sistemi più efficienti permette una riduzione dei consumi energetici complessivi.
  • Installazione di impianti a biomassa e/o ad energia solare: l’elevata disponibilità di residui della coltivazione dei vigneti (ad esempio cippato di vigneto) permette l’alimentazione di impianti a biomassa, utili a sostituire o comunque a supportare gli attuali impianti termici alimentati con combustibili fossili quali gasolio o gas metano. L’energia solare permette di produrre ulteriore potenza termica, ad esempio per il riscaldamento dell’acqua calda, oltre che la produzione di energia elettrica attraverso l’installazione di pannelli fotovoltaici.
  • Sostituzione dei mezzi agricoli con mezzi più efficienti: i mezzi agricoli sono utilizzati per la lavorazione del terreno e per la raccolta del prodotto. Il dispendio energetico è rappresentato dall’utilizzo di gasolio, il cui prezzo è in costante aumento. Gli attuali mezzi agricoli hanno un’efficienza ed un impatto ambientale nettamente inferiore a quelli del passato, grazie anche all’introduzione di norme sempre più stringenti. La sostituzione del parco mezzi può essere effettuata in diverse tranche, data la vita utile molto lunga e l’investimento significativo. Nella scelta dei nuovi mezzi da acquistare, è consigliabile preferire l’efficienza energetica al costo dei mezzi, proprio per il fatto che la vita utile del mezzo è elevata e quindi è possibile abbattere i costi del maggiore investimento iniziale.
 
Gli interventi di efficienza energetica, sono oggetto di programmi di incentivazione (Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica) o di supporto (Fondi di rotazione), e quindi la possibilità di certificare le riduzioni delle emissioni associate è strettamente collegata ai singoli progetti.
Per quanto riguarda il tempo per cui le attività di progetto possono generare crediti e le quantità di CO2e associata all’intero progetto, sono strettamente collegate alle differenti tipologie di intervento.